Su di me

Mi chiamo Giorgia Rosamaria Gammino e sono una Psicologa e Sessuologa a Padova. Consulente Sessuale  e Sessuologa Clinica riconosciuta dalla Federazione Italiana di Sessuologia Scientifica (FISS) e dall’Associazione Sessuologi Italiani (ASI), ho studiato Psicologia a Padova, dove mi sono specializzata in Psicologia di Comunità con il massimo dei voti, grazie ad una tesi sull’ Assistenza Sessuale per le Persone con Disabilità Motorie. Il mio interesse per la sessuologia è nato, infatti, fin da quando ero adolescente, convinta che la sessualità fosse l’energia fondante gli esseri umani e che la diversità nei modi di viverla ed esprimerla fossero una ricchezza. Decido quindi di frequentare una formazione quadriennale in Sessuologia a Bologna, presso il Centro Italiano di Sessuologia (CIS), il più antico di Italia, di cui poi divento Socia Ordinaria, membro del suo gruppo giovani in sede alla FISS e coordinatrice delle attività di editing per la Rivista Italiana di Sessuologia. Continuo poi ad aggiornarmi e formarmi periodicamente tramite corsi e seminari e frequentando conferenze e convegni anche come relatrice. Presso il C.I.S. ho anche seguito per esempio un corso per il supporto al percorso di Transizione e per il rilascio della Certificazione.

Nel mio lavoro, il mio scopo è quello di promuovere, mantenere e ristabilire la salute psicologica e sessuale delle persone, tenendo sempre a mente che ognuno di noi è unico e irripetibile.

Il mio approccio integra la clinica dinamica, l’ottica costruttivista e la psicologia di comunità. Credo sia infatti fondamentale non dare per scontato, porsi sempre dubbi e mettersi in discussione: scegliere di integrare più teorie, restando sempre con gli occhi aperti è quindi fondamentale.

Mi occupo di formazione, ricerca e clinica psicologica e sessuologica. Nel mio lavoro clinico accolgo le persone sospendendo il giudizio e aiutandole a ritrovare la serenità in fasi delicate della propria vita, grazie ad una maggiore consapevolezza di se stessi e, soprattutto, delle loro emozioni.

“Per comprendere a fondo ogni essere umano, è fondamentale dapprima accettare sé stessi. Solo a quel punto si puó accogliere l’altro cosí come è”.